Calciomercato in tempo reale

Alessandria: parte l'attività ricreativa

Settore Ricreativo
Settore Ricreativo
- 19263 letture

Ci sarà una grande novità a partire dalla stagione 2017/2018 per quanto concerne il mondo FIGC in Piemonte e Valle d’Aosta e si chiama Attività Ricreativa. Di cosa si tratta? Nelle ultime settimane sia sul sito istituzionale della LND che sui vari social network di riferimento si stanno promuevendo dei tornei ricreativi che viaggeranno di pari passo con i campionati tradizionali. Un progetto che dovrà dare impulso a tutto il mondo del calcio di base, e che proviene nelle sue linee guida direttamente dalla LND del presidente Cosimo Sibilia, che ha dato il via alla storica decisione di azzerare i costi relativi ai diritti di iscrizione ai campionati di Terza categoria, Serie D Femminile e Calcio a 5 per le nuove affiliate.

Un gesto di slancio raccolto al volo dal presidente Mossino con il Piemonte Valle d’Aosta che si è mostrato in prima linea nella sperimentazione che sarà affidata, a livello regionale, all’esperienza di Federico Finazzi nominato Responsabile Regionale Attività Ricreativa. L’obiettivo è aprire al calcio ricreativo e amatoriale, così come accade già in altre regioni d'Italia, impostando un movimento capace di attirare ragazzi e ragazze, con tornei aperti e alla portata di tutti.

La Federazione deve aprirsi e riaprirsi – ha commentato il Presidente Mossino - Dobbiamo riconquistare un ruolo da protagonisti e lavorare, tutti assieme, per promuovere la nostra attività, erogando servizi e opportunità, supporto e regole, con il fine di offrire un ventaglio di possibilità e un contesto idoneo alle società, ai tesserati e a chi fa parte della Federazione».

Perciò sono state pensate due tipologie di attività. La prima è riservata alla categoria “Riserve” con tutte le squadre a partire dall’Eccellenza fino ad arrivare alla Juniores Provinciale che avranno la possibilità di sfidarsi in sfide di calcio a sette in due raggruppamenti separati. Le vincenti si qualificheranno per la fase regionale che raccoglierà tutte le migliori squadre della regione. I diritti d’iscrizione ammontano a euro 700,00 a cui sono già comprese le spese arbitrali. Ogni società potrà utilizzare le proprie strutture di appartenenza e la calendarizzazione si articolerà fra gare di andata e ritorno che si giocheranno al lunedì sera.

La seconda tipologia invece è indirizzata agli “Open” cioè a tutti quelli che vorranno iscrivere la propria squadra ai vari tornei proposti: calcio a 5 (maschile e femminile), calcio a 7, a 8 e a 11. Sempre al costo di euro 700,00 è fissata l’iscrizione a cui sono già comprese le spese arbitrali. Il costo dei singoli cartellini assicurativi ammonta a euro 6,00 mentre i calciatori già tesserati in FIGC potranno partecipare gratis previo nullaosta delle società di appartenenza. Sia su Alessandria che su Casale Monferrato si stanno già muovendo alcuni organizzatori ed è prevista per il termine del mese di agosto una riunione esplicativa in Alessandria alla quale parteciperà anche il responsabile regionale Federico Finazzi.

Michele Rossi