Calciomercato in tempo reale

Castellazzo-Casale 2-2

Castellazzo
Castellazzo
- 50612 letture

Pareggio rocambolesco a Castellazzo nell'anticipo della seconda giornata del campionato di Serie D girone A. Buttano tutto alle ortiche i padroni di casa che dopo aver dominato per un'ora abbondante di gara si fanno riprendere in un finale concitato di match da un Casale appesi ancora in grande difficoltà. Al 32' del primo tempo è Rolandone ad aprire le danze. La difesa nerostellata respinge malamente un cross proveniente dall'out di destra. Rolandone dal limite dell'area fa scoccare un fendente preciso che buca Baldi. 1-0 meritato. Il Casale gioca male, con Cappai e Pavesi che riescono a tenere pochissime palle in avanti ben imbrigliati dalla retroguardia biancoverde. Già nel finale di tempo il Castellazzo potrebbe raddoppiare ma è solo questione di tempo: al 9' del secondo tempo Baldi la combina grossa nella propria area. Atterrando da tergo un avversario. Per il direttore di gara non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Sul dischetto ci va Innocenti che non sbaglia. 2-0. Partita nel congelatore? Niente affatto. Il Casale continua a giocare male. Rossi addirittura si fa espellere per proteste ma la mossa Merkaj risulta vincente. Subentrato a Pavesi dalla panchina al 30' indovina la conclusione giusta da fuori area. Non precisissimo Bertoglio che si fa bucare i guantoni. Il Castellazzo si rintana nella propria metà campo ed il Casale comincia a crederci. La manovra è confusa. Ma al 41' succede l'incredibile. Su traversone dalla destra Cappai in deviazione volante fra due difensori è bravissimo ad impattarla quanto basta e insaccarla in gol. Rabbiosa è provocatoria esultanza dell'attaccante casalese che va sotto la tribuna centrale a festeggiare con i compagni. Un po' di tensione negli ultimi minuti, recupero compreso, ma ormai il risultato non cambia più e per il Casale il punto conquistato diventa pesantissimo visto come si erano mese le cose. Quasi perfetto il Castellazzo di mister Merlo, ma ad un certo punto la benzina è terminata. 

Michele Rossi